Fiorentini Ornella

Fiorentini Ornella

Fiorentini Ornella

Protagonista della fiaba è la bella Celeste, che pecca di vanità. Acquista molti vestiti e gioielli per brillare in società a discapito delle finanze paterne che, in breve, si esauriscono. Rifiuta di  indossare il vestito turchino della fata Zaffiria con le novantanove acquemarine poiché, piovuto dal cielo, non è stato fatto su misura per lei. Distratta dagli impegni mondani, non  si cura del padre, né apprezza la devozione e la bontà dell’umile giardiniere. Quando però i creditori cominciano a bussare alla sua porta, Celeste comprende di aver avuto un comportamento sbagliato. Si ravvede e, impietosita dalla bruttezza del  giardiniere, gli dona le pietre preziose senza rendersi conto di spezzare l’incantesimo della fata Zaffiria. Il servitore si trasforma in un bel principe che chiede a Celeste di diventare la sua sposa.  E l’amore, come in tutte le fiabe, trionfa.

 

Faggiani Chiara

Faggiani Chiara

Faggiani Chiara

Mi chiamo Chiara Faggiani, sono nata il 30 luglio 2003 a Bologna e vivo con i miei genitori a Zola Predosa, per la precisione in una frazione del paese, Ponte Ronca. Frequento il terzo anno della scuola media F. Francia, e nel poco tempo libero che mi rimane a disposizione, partecipo ad un corso di nuoto, sport che pratico da quando avevo 5 ani, un’altra passione, questa, che insieme alla lettura praticherò per sempre. Mi piace molto leggere e tanti sono i libri che ho letteralmente divorato, ma quelli che preferisco, tanto da averli letti più e più volte, sono tutti i “capolavori” della daga di Harry Potter, composti da J.K. Rowling, una scrittrice a cui sono molto affezionata, di cui adoro anche la loro trasposizione cinematografica. Quando disegno, altra passione che ho, mi piace fare schizzi imitando le copertine dei libri che più mi piacciono o replicando i disegni simbolici contenuti nella stessa saga.  Il mio attore preferito, ad oggi, è Tom Felton che nei film di Harry Potter ha intermpretato il personaggio di Draco Malfoy.

L’allenamento che pratico nel corso di nuoto che frequento è molto impegnativo, ma molto divertente: spesso usiamo le pinne, ma se siamo fortunati, abbiamo anche la possibilità di usare le bombole d’ossigeno, con le quali possiamo immergerci per molto tempo in um mondo, anche questo, affascinante e quasi magico.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com