Mainetti Martina

Mainetti Martina

Martina Mainetti nasce a Forlì il 02/08/1998. Frequenta il Liceo Classico Tradizionale “G.B. Morgagni” di Forlì, e si sta diplomando nell’anno scolastico 2016/2017. Appassionata di letteratura greca, latina, storia antica e psicologia, nel poco tempo libero le piace scrivere brevi racconti a sfondo storico e testi poetici che raccontino piccole esperienze di vita quotidiana. Oltre a ciò, pratica arti marziali da dieci anni e fa parte della squadra regionale di tiro a segno dell’Emilia-Romagna.
La sua partecipazione a concorsi letterati:
– Ha ottenuto il riconoscimento del terzo posto sezione giovani al Premio Letterario “La Prima Penna” 2015 della Repubblica di San Marino con il racconto breve:”Aconitum Napellus”, un giallo medievale ambientato nel 1095 nell’Abbazia di Cluny.

– E’ arrivata nella rosa dei dieci finalisti giovani sezione poesia al “Premio Alda Merini 2015” di Brunate (CO) con una poesia introspettiva intitolata “Io”.

– Si è classificata prima nella sezione giovani poeti al Premio Letterario “Simonetta Cappellini” 2015 (Comune di Londa, FI) con una poesia dedicata al nonno materno intitolata “Piccolo grande uomo”.

– Ha ottenuto il Premio Speciale “70° del voto alle donne” al Concorso Letterario di Narrativa “Inchiostro e Memoria” 2016 organizzato dalla sezione Anpi di Rescaldina (MI)con un racconto intitolato “Anna e la nonna”.

– Ha ottenuto il terzo posto al Premio “Il Prione 2016“ di La Spezia con il racconto “Aconitum Napellus”.

– Ha ottenuto una menzione speciale al 3° Concorso Letterario di Narrativa e Poesia “Inchiostro e Memoria”2017, organizzato dall’Anpi di Rescaldina (MI), per la descrizione di coraggiose figure femminili, con il racconto: ”Me? A so sol Curbera, un amig”. Il racconto narra la cattura e l’uccisione dei componenti della Brigata Partigiana Corbari, attiva sull’Appennino romagnolo negli anni 1941-44.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com